Uso clinico delle sanguisughe Hirudo Medicinalis

Stampa

CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA

Le Sanguisughe Hirudo Medicinalis, grazie alla loro azione decongestionante sui tessuti, si sono rivelate un prezioso "strumento" per evitare i rischi postoperatori legati ad interventi di microchirurgia ricostruttiva.
L'applicazione della Sanguisuga Hirudo Medicinalis su lembi reimpiantati facilita dapprima la ripresa della circolazione sanguigna, ed in seguito la cicatrizzazione, operando al tempo stesso un'azione di prevenzione sulla formazione di pericolosi coaguli.
Le Sanguisughe Hirudo Medicinalis sono di notevole aiuto su ogni lembo reimpiantato interessato da insufficiente circolazione venosa o congestione.
E' però necessaria l'accurata diagnosi di una effettiva congestione venosa prima dell'utilizzo di Sanguisughe Hirudo Hedicinalis, poiché la loro applicazione  risulterebbe inutile e a volte controindicata in caso di insufficiente apporto di sangue arterioso.
Si tenga inoltre presente che un insufficiente afflusso di sangue arterioso può facilitare l'insorgenza di infezioni di diversa eziologia, occasionalmente imputabili anche al morso di Sanguisughe Hirudo Medicinalis.
A questo proposito si veda il paragrafo relativo alla sicurezza.
Per la diagnosi di un problema di congestione o insufficiente circolazione venosa possono essere di aiuto i seguenti criteri:

  • Colore della pelle scuro o bluastro
  • Ritorno capillare più scuro del normale (si noti che le aree a colorazione fissa non possono più essere salvate)
  • Il sanguinamento causato dalla puntura d'ago dovrebbe essere rapido e scuro

 

ALTRE PATOLOGIE

Sempre più frequentemente si ricorre alle Sanguisughe Hirudo Medicinalis per trattare pazienti affetti da edemi superficiali o da gangrene in stadio anche avanzato.

CURE POST MORSO

L'effetto terapeutico di maggior rilievo derivante dall'applicazione di Sanguisughe Hirudo Medicinalis si manifesta nel periodo successivo al distacco delle Sanguisughe Hirudo Medicinalis stesse, e dipende soprattutto dalla cura con cui sono trattate le incisioni provocate dal morso.
La prosecuzione del sanguinamento dell'incisione da morso di Sanguisughe Hirudo Medicinalis deve essere facilitato tramite la periodica pulizia e rimozione dei coaguli superficiali ivi formantisi.
La risposta clinica del tessuto sotto trattamento dovrebbe essere attentamente monitorata durante tutto il periodo di sanguinamento spontaneo.

CURA GENERALE DEL PAZIENTE

L'area circostante l'incisione da morso di Sanguisughe Hirudo Medicinalis dovrebbe essere periodicamente controllata anche dopo la fine del sanguinamento spontaneo, per verificare l'eventuale insorgenza di infezioni locali o fenomeni infiammatori e, se necessario, dovrebbero essere applicate le opportune medicazioni.
Nel caso in cui il sanguinamento spontaneo dovesse protrarsi molto a lungo (oltre le 8-10 ore), dovrebbe essere monitorato giornalmente il livello di emoglobina. E' possibile che si verifichino significativi abbassamenti dei valori, soprattutto a seguito di ripetute applicazioni di Sanguisughe Hirudo Medicinalis

ACCETTAZIONE DA PARTE DEI PAZIENTI

Analogamente ad altri procedimenti medico-chirurgici, l'atteggiamento del paziente verso l'applicazione di Sanguisughe Hirudo Medicinalis dipende in maniera determinante dall'abilità del medico nello spiegarne chiaramente il vantaggio.
Può risultare utile accennare che questa antica pratica è sostanzialmente indolore, poiché tra i componenti essenziali della saliva delle Sanguisughe Hirudo Medicinalis vi è un anestetico ad azione locale di estrema efficacia e, inoltre, l'area interessata (quando si tratti di lembo reimpiantato) è sostanzialmente priva di terminazioni nervose attive.
Nella maggior parte dei casi, grazie all'abilità del medico nell'illustrare chiaramente la tecnica ed i suoi vantaggi, si ottiene un'ottima compliance da parte del paziente.

 


 

Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Russian Spanish
Copyright 2012 by Biopharm Italia - P.Iva 10758530157 e-mail: biopharm.italia@fastwebnet.it